Guida completa alla realizzazione di un profumo unico al mondo

Che cosa è una Eau de Toilette? Una miscela a base di alcool e sostanze oleose odorose. Purtroppo oggi le fragranze che si trovano in profumeria e nei negozi sono del tutto sintetiche e contengono ftalati (interferenti endocrini). Esistono alcune eau de toilette e profumi interamente naturali nei negozi specializzati in prodotti biologi ed ecologici, ma spesso sono molto cari e la varietà e originalità delle fragranze lascia a desiderare.
E allora perché non fabbricarsi da sé la propria Eau de toilette interamente naturale?
I profumi sintetici, infatti, servono a coprire l’odore del corpo e sono pubblicizzati tramite superstar photoshoppate per creare l’illusione di renderci più affascinanti e seducenti.
Il profumo fatto da sé con puri oli essenziali é una scelta intelligente perché: 1) non contiene ingredienti dannosi per la pelle; 2) perché funziona come aromaterapia, ovvero aiuta a cambiare stato d’animo e pensieri e a farci respirare più profondamente e con consapevolezza; 3) perché fa risparmiare, dato che una miscela con la stessa quantità di oli essenziali fatta da altri risulterebbe dieci volte più costosa.
Inoltre é una scelta naturale ed ecologica perché 1) formulato senza ingredienti derivati dalla chimica di sintesi il cui impatto ecologico è spesso elevato 2) perché si usano prodotti attivi che hanno subito poche trasformazioni dallo stato naturale 3) perché si promuove il riciclo eliminando l’imballaggio.
Realizzare il proprio Eau de toilette personalizzato invita ai piaceri semplici: riporta all’autenticità e alla freschezza delle essenze in natura, dei fiori, del legno e delle foglie. Significa tornare all’essenziale: il piacere di scoprire le meraviglie della natura. Osservare il modo unico in cui si legano due oli essenziali a seconda della fase lunare.oli3DEF

Come realizzare una Eau de toilette a casa propria?

La lista della spesa:
– 1 bottiglia di alcool puro neutro alimentare o vodka;
– 1 bottiglietta spray da 50 o 100 ml (sarebbe meglio riciclarla oppure potete acquistarla qui)
– Etichette adesive di olisticario;
– Da un minimo di 2 ad un massimo di 5 oli essenziali a scelta tra le note di fondo, di cuore e di testa; scegliete oli essenziali puri, certificati e di ottima qualità come quelli di Florihana, Flora o Olfattiva;
– 4, 5 bottigliette in vetro scuro con il tappo contagocce da 10 ml;
– 1 quaderno o block notes per appunti
– Strisce di carta per annusare le combinazioni olfattive;
– Un piccolo imbuto per travasare gli oli nel contenitore spray;

Procedimento:
1) Anzitutto occorre selezionare gli oli essenziali che si intendono miscelare. Come sceglierli? In base ai propri gusti naturalmente, le proprie affinità verso le piante e il proprio olfatto. E’ bene ascoltare cosa ogni singola essenza fa risuonare in noi, prima di decidere di unirle. Se volete creare una Eau de toilette in stile classico potete unire nota di fondo (es. patchuli, incenso, vetiver) con una nota di cuore (es. ylang-ylang, lavanda, neroli) e infine una nota di testa (es. mandarino, limone, menta). Le combinazioni sono infinite e personali: non c’è che da esercitarsi e, se vi piace questa attività, continuare con la pratica e tanta pazienza. La sequenza perfetta per voi prima o poi si manifesterà!

2) Inoltre é opportuno consultare il calendario lunare il giorno prima di miscelare gli oli essenziali per poter scegliere un giorno in luna calante o crescente, non miscelate mai in luna piena. Strane cose accadono se si tentano di unire degli oli in luna piena: si potranno, infatti, osservare scie e bollicine oleose riluttanti a fondersi le une con le altre all’interno della vostra bottiglia!..e sarete costretti a buttare via tutto.

3) A questo punto si inizia a lavorare: prendete i vostri contenitori in vetro scuro da 10 ml e provate a inserire soltanto poche gocce di oli essenziali appuntando su un quaderno la data del giorno e la sequenza con le quantità. La maturazione di ogni sequenza avviene in  circa tre settimane. Dopo questo periodo si può considerare la sinergia stabile.  Questo tempo è necessario affinché le piante di conoscano e si “innamorino”. Di solito io creo almeno 4 o 5 miscele che contengano diverse combinazioni tra note di fondo, cuore e testa e le etichetto riportando anche sulla confezione il nome degli oli e le quantità precise.

4) Poi ripongo i contenitori a riposare su una mensola che non abbia luce diretta per almeno 3 settimane.

5) Al termine delle tre settimane apro uno alla volta i contenitori, verso una goccia di ogni sinergia su una cartina per profumo e dedico diversi minuti all’ascolto di come ognuno si presenta al naso. Mi siedo sul mio zafu preferito e annuso attenta e rilassata ogni miscela. Sono attimi di infinito, di gioia e di divertimento per me!

6) Quando trovo una sequenza che mi piace, rileggo la ricetta sul mio quaderno e la moltiplico per tre o quattro volte sempre all’interno del suo contenitore da 10 ml. Aspetto altre 2, 3 settimane e riascolto attentamente il risultato come sopra. – Se mi convince decisamente, procedo con il moltiplicare la ricetta fino a raggiungere il 10% della mia bottiglia spray, per poi travasarla nell’alcool alimentare da profumo. – Se ritengo che manchi una nota dolce o fruttata o fresca provo a intervenire sulla miscela aggiungendo un altro olio essenziale e lasciando che la miscela si stabilizzi per altre tre settimane.

7) La vostra combinazione di oli essenziali preferita dovrà essere moltiplicata per arrivare a costituire il 10% dell’alcool che avete a disposizione nella bottiglia. Un esempio pratico: circa 90/100 gocce di olio essenziale per circa 100 ml di alcool.
Dopo che avrete travasato gli oli nell’alcool alimentare aspettate ancora 2, 3 settimane prima di nebulizzare la vostra Eau de toilette e poi… finalmente sarà pronta! E quale emozione impagabile indossare un profumo unico al mondo.

oli1DEFPrima di travasare gli oli essenziali in alcool con l’aiuto dell’imbuto, passano in media 2 o 3 mesi. Ma se siete molto esigenti potreste metterci molto di più.
NOTE – Ricordatevi di:
-Eseguire test di sensibilità all’interno del braccio prima di indossare gli OE;
-Non usare questa Eau de toilette su abiti chiari o indumenti delicati;
-Consultare un manuale sull’uso degli oli essenziali per maneggiarli e conservarli con cura: “La bibbia degli oli essenziali” Daniel Festy va benissimo;
-Potete essere creativi e usare anche idrolati o tinture madri come basi da aggiungere all’alcool puro!

La vostra domanda più frequente: questo profumo persiste? La persistenza di un profumo realizzato con veri oli essenziali è minore rispetto a un profumo con ingredienti sintetici, ma il profumo interamente naturale può essere nebulizzato anche sui capelli e più volte al giorno. In questo modo, se siete amanti di una costante e consistente scia olfattiva, sarete accontentati!

Le mie combinazioni preferite per donna:
WHITE STAR, la mia personale creazione: cedro atlantico, gelsomino del Marocco, vaniglia, bergamotto e mandarino verde di Sicilia.
Neroli e pompelmo
Patchuli lavanda e vanigliawhitestarDEF

Le mie combinazioni preferite per uomo:
Lemongrass lavanda e menta
Arancio dolce e benzoino
Puro legno di sandalo australiano

Le mie combinazioni preferite per ambiente:
Lavanda selvatica e menta piperita
Arancio dolce e cannella
Basilico e limone
Eucalipto e Pino Silvestre

Le mie combinazioni preferite per i bimbi:
Arancio e vaniglia
Camomilla blu, mandarino e lavanda

Tags: , , , , , , , , , , ,

2 Responses to “Guida completa alla realizzazione di un profumo unico al mondo”

  1. Valeria 30/03/2017 at 20:32 Permalink

    Ciao Emanuela, interessantissimo questo tuo articolo! Da poco mi sto avvicinando al mondo degli oli essenziali, saresti così gentile da indicarmi qualche libro sull’argomento? Mi interessa sia l’aromaterapia che l’utilizzo degli oli in cosmetica…

    • Emanuela Davini
      Emanuela Davini 06/04/2017 at 16:06 Permalink

      Ciao Valeria, “la Bibbia degli oli essenziali” di Daniel Festy va benissimo per i primi anni di studio secondo me. Sull’aromaterapia in libreria c’è una scelta vastissima!..e ormai tutti i libri riportano anche ricette cosmetiche. Grazie mille a presto

Lascia una risposta


(Required)

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare l'esperienza dell'utente. Utilizzando il nostro sito acconsenti tale utilizzo in conformità con la Cookie Policy Approfondisci

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close